7 minuti: disponibile in Blu-Ray

Un film imperdibile per tutti i lavoratori che non intendono accettare ogni compromesso pur di lavorare, una storia di storie vere grazie a Michele Placido e un formidabile cast al femminile.

È stato sicuramente uno dei migliori film della Festa del cinema di Roma 2016, che aveva poco o nulla da invidiare anche alle produzioni americane arrivate nella capitale.
Diretto ed interpretato da Michele Placido, “7 minuti” è un’opera decisamente intensa, con un grande cast al femminile che racconta una storia vera avvenuta in Francia, ma che succede da troppo tempo e in tante altre forme in Italia e non solo.

Un’azienda tessile viene acquistata da una multinazionale straniera, e quindi tutte le impiegate ed operaie ora rischiano di essere licenziate in tronco, perdendo quello che per molte di loro è l’ultima spiaggia di una vita già piena di stenti. E invece la nuova proprietà non vuole licenziare nessuno, a patto che si accetti di rinunciare a sette minuti della pausa pranzo, ridotta dunque da quindici ad otto minuti.
Una scelta che sembra fin troppo facile. Cosa sono 7 minuti in confronto alla certezza di un posto di lavoro che ti garantisce 1000 euro al mese? Per molti già avere qualche minuto di pausa per mangiare è un lusso, come l’immigrata africana Kidal (Balkissa Maiga) che avrebbe benissimo mangiato con una mano mentre con l’altra continuato a lavorare.
Così inizialmente tutte le donne del consiglio di rappresentanza delle lavoratrici votano senza esitazione si, tranne una, Bianca (Ottavia Piccolo).
È la più anziana tra le operaie e quindi quella che la sa più lunga, e ha capito che accettare senza riflettere questa decisione avrà ripercussioni non solo per loro, ma per tutti i lavoratori sotto padrone in Italia e nel resto del mondo capitalistico.

“Cosa sei disposto ad accettare, pur di lavorare?”

Molti accettano cose impensabili anche per un posto senza retribuzione, figuriamoci a coloro a cui offrono uno stipendio. La crisi ci sta mostrando cose mai viste prima, anche se il peggio deve ancora venire, perché onestamente la situazione non è ancora paragonabile a paesi come l’Africa dove la guerra distrugge tutto.
Per cercare di migliorare la situazione, bisogna cominciare a dire no ai padroni, anche rischiando. Naturalmente, c’è anche chi non demorde e continua ad accettare tutto o quasi. Una pellicola che dà voce a tutte le campane, in poche parole.

Tutti questi importanti contenuti riflessivi, e un cast straordinario di donne, oltre alle già citate Ottavia Piccolo e Balkissa Maiga, rende “7 minuti” uno dei film Italiani migliori degli ultimi anni.
Cristiana Capotondi, Fiorella Mannoia, Ambra Angioini, Violante Placido, Clémence Poésy, Maria Nazionale, Luisa Cattaneo, Erika D’Ambrosio, Sabine Timoteo e Anne Consigny le potrete vedere e ascoltare negli 88 minuti di film e nei due ricchissimi contenuti speciali, “Dietro le quinte” e “I 7 minuti di 7 minuti” disponibili nella versione Blu-Ray, distribuito dalla Koch Media.

Valerio Brandi

 

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply