8-16 MARZO 2014: AL VIA IL BERGAMO FILM MEETING

cinefarm

ANTICIPAZIONE DELL’EVENTO

Il Bergamo Film Meeting è una Mostra Internazionale del Cinema d’Essai che nel 2014 celebra la sua 32a edizione, un traguardo importante che ne conferma l’enorme successo sin qui riscontrato sia tra i gusti del pubblico sempre più esigente, sia tra gli addetti ai lavori.
Saranno proiettati circa 90 film provenienti dal panorama cinematografico nazionale e internazionale. 
Un concorso di lungometraggi, retrospettive, anteprime, omaggi a grandi autori, documentari, opere di recente produzione, inediti di autori emergenti, capolavori della storia del cinema, mostre, installazioni, proiezioni per le scuole, cinema d’animazione, laboratori, masterclass, incontri con gli autori e molto altro ancora.
Tra gli eventi culturali più attesi della città, Bergamo Film Meeting è uno degli appuntamenti più importanti nel calendario dei festival italiani; un’occasione di incontro e di conoscenza, di approfondimento e ricerca, di svago e divertimento. Il Bergamo Film Meeting rappresenta ancora una volta un’occasione importante per il panorama cinematografico italiano, sia per i film d’importazione che vengono lanciati nel contesto internazionale, sia per i film di produzione italiana che si fanno apprezzare in tutti i premi più prestigiosi in giro per il mondo.
Bergamo Film Meeting è organizzato dall’Associazione Bergamo Film Meeting Onlus.
Bergamo Film Meeting nel 2012 si è aggiudicato, due prestigiosi premi nell’ambito di Festival of Festivals, congresso italiano per gli operatori degli eventi culturali: Best Sponsorship/Partnership Award, per il progetto con il Birrificio Indipendente Elav e il Best Book/Catalogue Award. Un doppio riconoscimento che sancisce l’impegno di rinnovamento e il cambio di strategia che il Festival ha intrapreso negli ultimi anni.
Alla produzione del film vincitore è riconosciuto il premio BERGAMO FILM MEETING BANCA POPOLARE di BERGAMO del valore di 5000 euro.
24 lungometraggi comporranno l’ampia retrospettiva dedicata da Bergamo Film Meeting a Dirk Bogarde, uomo dai molteplici talenti, già narratore e disegnatore. Nato a Hampstead, Londra il 28 marzo 1921 con il nome di Derek Jules Gaspard Ulric Niven van den Bogarde, da padre oriundo olandese, grafico presso il «Times», e madre scozzese proveniente da una famiglia di artisti, il giovane Dirk venne avviato a studi d’arte, ma ben presto capisce che la sua vera vocazione si chiama cinema. La sua carriera sullo schermo può essere suddivisa in tre grandi fasi: gli inizi, tra la fine degli anni ’40 e per tutti i ’50, come protagonista di mélo, drammi bellici, storici e noir; gli anni ’60, dove è il volto del cinema d’autore britannico, a partire da Victim (id., 1961), poi grazie al fecondo sodalizio con Joseph Losey (Il servo, The Servant, 1963; Per il re e per la patria, King & Country, 1964; Modesty Blaise, id., 1966; L’incidente, The Accident, 1967), nonché altre preziosissime collaborazioni con autori come Schlesinger (Darling, id., 1965); la fase, infine, del cinema d’autore “continentale”, con registi come Visconti (La caduta degli dei, 1969; Morte a Venezia, 1971), Cavani (Il portiere di notte, 1974), Resnais (Providence, 1977), Fassbinder (Despair, id., 1978), Tavernier (Daddy Nostalgie, 1990, suo ultimo film).

LUNGOMETRAGGI ITALIANI PROIETTATI:
IL RESTO DI NIENTE di Antonietta De Lillo
NON E’ GIUSTO di Antonietta De Lillo
Il calendario degli eventi ed il programma completo dei film saranno disponibili solo una settimana prima del festival, e saranno reperibili sul sito di cinefarm.it o sul sito del meeting.

CINZIA PALMACCI

 

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply