Assegnati a Bruxelles i premi Magritte

recensione cinefarm

Assegnati a Bruxelles i premi Magritte (gli Oscar del cinema belga) che ogni anno celebrano i professionisti del settore cinematografico nazionale. I premi per il miglior film e la miglior regia sono stati assegnati a sorpresa al lungometraggio d’animazione Ernestine e Celestine che dopo la nomination agli Annie Awards (gli Oscar del cinema d’animazione) e quella ottenuta nella categoria miglior lungometraggio d’animazione ai prossimi Accademy Awards, si attesta come il miglior prodotto d’animazione europeo dell’anno, riuscendo a valicare i confini nazionali e linguistici della pellicola. Nonostante l’esiguo numero di nomination (appena tre),il grosso orso (Ernestine) e il piccolo topo (Celestine) creati dall’illustratrice belga Gabrielle Vincent e portati sullo schermo grazie al talento congiunto di Daniel Pennac alla sceneggiatura, e alla regia, il francese Benjamin Renner e i suoi due co-registi, Vincent Patar e Stéphane Aubier, sono riusciti a fare piazza pulita battendo il film favorito della vigilia, Tango Libre che con 10 nomination si è dovuto accontentare di solo 2 premi, quello della miglior sceneggiatura e quello della miglior scenografia. Deludono le aspettative anche il film Au nom du fils a cui è andato, su 7 nominations, solo il premio per il miglior attore ad Achille Ridolfi, mentre conferma i pronostici della vigilia la meritata vittoria di Pauline Etienne come miglior attrice per La religiosa. Da segnalare inoltre le due statuette vinte da La vita di Adele di Abdellatif Kechiche, tra cui miglior film straniero e miglior attrice non protagonista a Catherine Salees.

Ecco, di seguito, la lista completa di tutti i vincitori:

Miglior Film
Ernest et Célestine di Stéphane Aubier, Vincent Patar e Benjamin Renner

Miglior regista
Stéphane Aubier e Vincent Patar per Ernest et Célestine

Miglior film fiammingo in coproduzione
Kid di Fien Troch

Miglior film straniero in coproduzione
La vita di Adele di Abdellatif Kechiche

Miglior sceneggiatura originale o adattamento
Philippe Blasband e Anne Paulicevich per Tango Libre

Miglior attrice
Pauline Etienne in La religiosa

Miglior attore
Benoit Poelvoorde in Une place sur la terre

Miglior attrice non protagonista
Catherine Salée in La vita di Adele

Miglior attore non protagonista
Laurent Capelluto in Le Temps de l’Aventure

Miglior promessa femminile
Pauline Burlet in Il passato

Miglior promessa maschile
Achille Ridolfi in Au nom du fils

Miglior fotografia
Hichame Alaouie per Les Chevaux de Dieu

Miglior suono
Emmanuel de Boissieu, Frédéric Demolder, Franco Piscopo e Luc Thomas per Ernest et Célestine

Miglior scenografia
Véronique Sacrez per Tango Libre

Migliori costumi
Catherine Marchand per Vijay, il mio amico indiano

Miglior musica originale
Ozark Henry per Le Monde nous appartient

Miglior montaggio
Marie-Hélène Dozo per Kinshasa Kids

Danilo Canzanella

 

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply