Assegnati i Robert Awards

cinefarm

Assegnati al Tivoli Hotel e Congress Centre di Copenhagen i prestigiosi Robert Awards che ogni anno celebrano il meglio del cinema danese.
Alla vigilia della cerimonia, i film favoriti erano The Keeper of Lost Causes di Mikkel Norgaard e Il sospetto di Thomas Vinterberg, entrambi con 14 nomination ciascuno, ma mentre quest’ultimo ha trionfato, conquistando 7 statuette, il primo è rimasto a mani vuote.

Con i Robert Awards, continua il grande consenso da parte della critica verso il film di Vinterberg, già vincitore di 18 premi internazionali e candidato all’Oscar nella categoria miglior film straniero; l’unico vero rivale del “nostro” Paolo Sorrentino con La grande bellezza.

Il sospetto ha vinto il premio come miglior film e miglior sceneggiatura originale (Vinterberg, Tobias Lindholm), già premiata agli European Film Awards, il premio come miglior attore a Mads Mikkelsen, già vincitore a Cannes per la migliore interpretazione maschile, e infine il premio come miglior attrice non protagonista a Susse Wold, oltre che al premio come miglior montaggio e quello assegnato dal pubblico al miglior film drammatico dell’anno.

Quattro statuette invece sono state assegnate al film di Cristoffer Boe, Sex, Drugs e Taxation, che partiva con 13 nomination. Il film sui due famosi danesi, l’avvocato Mogens Glistrup, radicale libertario, ed il capitalista edonista Simon Spies, re dei viaggi charter ha vinto nelle categorie miglior costumi, miglior scenografia, miglior trucco oltre che il premio come miglior attore non protagonista a Nicolas Bro. Tre sono le statuette per Solo Dio perdona di Nicholas Winding Refn, il famoso regista di Drive con Ryan Gosling, vincendo i premi tecnici per la miglior fotografia, il miglior suono e la miglior colonna sonora. Una sola statuetta su 10 nominations è stata assegnata a Helle Fagralid, miglior attrice protagonista di Sorrow and Joy di Nils Malmros.
Per quanto riguarda la categoria miglior film americano, il premio è andato a Gravity di Alfonso Cuaron, mentre per la categoria miglior film non americano, il premio è stato conferito a La vita di Adele di Abdellatif Kechiche.

Di seguito, la lista di tutti i vincitori:

Miglior Film: Il sospetto di  Thomas Vinterberg
Miglior Film per Bambini e Ragazzi: Antboy di Ask Hasselbalch
Miglior Regista: Thomas Vinterberg – Il sospetto
Miglior Sceneggiatura: Thomas Vinterberg, Tobias Lindholm – Il sospetto
Miglior Attore: Mads Mikkelsen per Il sospetto
Miglior Attrice: Helle Fagralid per Sorrow and Joy – Nils Malmros
Miglior Attore non Protagonista: Nicolas Bro per Sex, Drugs & Taxation
Miglior Attrice non Protagonista: Susse Wold per Il sospetto
Miglior Scenografia: Thomas Greve per Sex, Drugs & Taxation
Miglior Fotografia: Larry Smith per Solo Dio perdona
Migliori Costumi: Manon Rasmusssen – Sex, Drugs & Taxation
Miglior Make-Up: Thomas Foldberg, Morten Jacobsen- Sex, Drugs & Taxation
Miglior Montaggio: Anne Østerup, Janus Billeskov Jansen – Il sospetto
Miglior Sound Design: Kristian Selin Eidnes Andersen – Solo Dio perdona
Miglior Colonna Sonora: Cliff Martinez – Solo Dio perdona
Miglior Film Americano: Gravity di Alfonso Cuarón.
Miglior Film Non-Americano: La vita di Adele di Abdellatif Kechiche

Danilo Canzanella

 

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply