Baywatch, il film trash dell’estate

Recensione in anteprima del remake della celebre serie televisiva che vede protagonisti Dwayne Johnson, Zac Efron, oltre a Alexandra Daddario, Kelly Rohrbach e i camei di David Hasselhoff e Pamela Anderson.

Il trailer faceva fin da subito intendere che questo film su Baywatch, il secondo in assoluto se si tiene in considerazione il lungometraggio televisivo conclusivo della serie originale del 2003, ma il primo sul grande schermo, sarebbe stato qualcosa di assolutamente trash.
E così è stato, anzi, meglio: Baywatch 2017 è un trash movie veramente fatto bene, probabilmente il migliore di questa estate che sta per cominciare.

Questa nuova storia è ambientata in Florida, nell’Emerald Bay, e non nella contea di Los Angeles, ma i protagonisti, almeno nei nomi, sono gli stessi.
Abbiamo Mitch Buchannon, Matt Brody, Summer Quinn, C.J. Parker, Stephanie Holden e anche il poliziotto Garner Ellerbee.
Ma tutti attori nuovi, belli e anche bravi, anche se i veri protagonisti sono i primi due, una coppia che funziona e che fa funzionare il film, e vediamo il perché.

Se c’erano pochi dubbi sull’interpretazione di Dwayne Johnson, una vita da attore, prima nel Wrestling e poi sul grande schermo, capace di destreggiarsi senza problemi sia nel genere action che comedy, molti vi erano invece sulla scelta di Zac Efron.
Attore esploso grazie ad High School Musical, quindi soprattutto grazie alle pre-adolescenti per il suo bel faccino ed aspetto fisico, e poi?
Forse solo per questo, infatti non è che al momento sia riuscito a dimostrare chissà quali doti attoriali (con il picco più basso raggiunto con “Nonno scatenato”). E ad essere sinceri, neanche in Baywatch dimostra di poter fare un salto di qualità.
Ma proprio per questo riesce a risultare la spalla ideale per The Rock perché quest’ultimo, nei panni del tenente e capo-bagnino, “umilia” per gran parte del film il fighetto novellino, sia dal lato fisico che con una serie di battute, quasi tutte incentrate sul mondo dei più giovani, dai tempi comici azzeccatissimi.

Anche se Seth Gordon (regista di “Come ammazzare il capo… e vivere felici”) inserisce contenuti importanti come l’importanza del gioco di squadra, la vita dura e pericolosa dei bagnini e la lotta alla criminalità e alla tossico-dipendenza, il suo Baywatch è comunque un film che non si prende mai sul serio, con un’autoironia che colpisce soprattutto gli elementi della serie televisiva, come le corse al rallentatore e i bellocci protagonisti, con un ottimo outsider, l’imbranato Ronnie (Jon Bass), per continuare questa “rivincita dei nerd” sempre più alla moda anche grazie a Big Bang Theory.
Una considerazione la meritano senz’altro anche Alexandra Daddario e Kelly Rohrbach, che non fanno certo rimpiangere le bellezze degli anni ’90, tanto da far venire una voglia di mare anche al più affezionato turista da montagna.

E David Hasselhoff e Pamela Anderson? I loro camei erano stati largamente annunciati, e vengono inseriti al posto giusto e al momento giusto, e chissà, magari saranno più protagonisti in un sequel, sempre che anche questo non risulti solo una bella battuta…

Baywatch sarà presente nelle sale italiane a partire da giovedì 1 giugno 2017.

Valerio Brandi

 

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply