Cinema e videogiochi: il bizzarro appuntamento live con Maurizio Nichetti

cinefarm

La casa editrice ed agenzia creativa Laboratorio Bizzarro presenterà, dal 7 al 10 gennaio 2014 presso il Cinema Trevi (Vicolo del Puttarello, 25) di Roma una doppia rassegna dedicata al cinema videoludico italiano e internazionale e alla filmografia e allo stile di Maurizio Nichetti.
La Bizzarro Edizioni, famosa soprattutto per le sue esposizioni presso il Lucca Comics & Games di libri, riviste, fumetti (e molto altro) che costituiscono pezzi pregiati trattandosi di opere a tiratura limitata, in occasione dell’uscita di Gamedrome Cinema & videogame in 100 film e oltre – terzo volume, ha voluto dedicare questa rassegna, con quattro giornate piene d’incontri e proiezioni, proprio a Maurizio Nichetti, autore della prefazione di Bizzarro Magazine Vol. 3 – Gamedrome, che sarà ospite d’eccezione il 10 gennaio quando incontrerà il pubblico (con cui negli anni si è sempre confrontato, vedi la collaborazione con il mensile Ciak) e parlerà del suo cinema e della prefazione da lui dedicata al legame viscerale che ormai lega il mondo videoludico a quello cinematografico.
Il terzo volume, Gamedrome, esplora il rapporto tra cinema e videogioco, tematica questa davvero in voga come testimoniano l’atteso adattamento del celebre “Need for Speed” tutto bolidi e inseguimenti, e i progetti a medio termine Assassin’s Creed e Uncharted legati a star come Michael Fassbender, Mark Wahlberg e Robert De Niro.
All’interno un vero e proprio vademecum essenziale del cinema videoludico, una carrellata dei migliori videogame a sfondo cinematografico, la storia dei videogiochi,  il cyberspazio, il legame tra arte e videogame  e chi più ne ha più ne metta.
Lo stesso Nichetti, nella prefazione, sottolinea: “Con l’avvento dei videogame, lo spettatore è diventato protagonista della storia: manovra le opzioni di scelta, decide come muoversi e secondo quali metodologie. Un modo per sentirsi non estraneo a vicende scritte e dirette da terzi, posizionandosi di fatto al centro di un’avventura ancora da creare e vivere in prima persona.”
Le parole dello stimato e poliedrico regista italiano descrivono alla perfezione il modo di fruire i videogiochi al giorno d’oggi. Stando ai fatti si può così osservare quanto sia stato pioneristico e nostradamesco  il lavoro fatto all’epoca ( i primi anni 80 ) con il film “Tron”, cui è dedicato un approfondimento.
Ma il programma dell’evento non si esaurisce qui. Molte saranno le proiezioni tra cui parte della filmografia istrionica e surreale di Nichetti come ad esempio “Ratataplan” e “Ho Fatto Splash”. E poi ancora “Videodrome” di Cronenberg, “Nirvana” di Salvatores e, infine, il gialappicoTutti Gli Uomini del Deficiente”.
L’appuntamento nella Capitale è di quelli da non perdere. Un’occasione unica con un vero “artigiano” del cinema italiano, capace di spaziare a 360 gradi la pop art e di dosare sapientemente cultura, fumetto, immagine e sogni: gli ingredienti alla base del videogioco.

 

Emanuele Zambon

 

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply