CINEMA ITALIAN STYLE 2013

cinefarm

Non c’è due senza tre. Dopo l’edizione del 2011 e quella del 2012 torna il Cinema Italian Style, la rassegna organizzata da Luce-Cinecittà e American Cinematheque per far conoscere al pubblico statunitense il meglio dell’ultima stagione cinematografica italiana. L’edizione di quest’anno, dedicata a Federico Fellini nel 20° anniversario della sua scomparsa, si aprirà il 14 novembre con la première americana del candidato italiano agli Oscar: La grande bellezza. Sul red carpet dell’Egyptian Theatre di Los Angeles vedremo sfilare assieme a Paolo Sorrentino un altro grandissimo del nostro cinema: Bernardo Berolucci. Entrambi saranno premiati con il CIS Award. Sul red carpet sfileranno anche alcuni dei protagonisti delle pellicole selezionate per la rassegna Laura Delli Colli: Jasmine Trinca, Kasia Smutniak, Claudia Gerini, Maria Sole Tognazzi e Roberto Andò. Nove in tutto le pellicole presentate: La grande bellezza di Paolo Sorrentino, Viva la libertà di Roberto Andò, Anni felici di Daniele Luchetti, La migliore offerta di Giuseppe Tornatore, Una famiglia perfetta di Paolo Genovese, Benvenuto Presidente di Riccardo Milani, Miele di Valeria Golino, Viaggio sola di Maria Sole Tognazzi e L’intervallo di Leonardo Di Costanzo.

L’edizione del CIS di quest’anno segue la brillante intuizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia: dare spazio ai documentari. Una speciale sezione della rassegna, infatti, è dedicata ai documentari su alcuni dei protagonisti del nostro cinema: da Anna Magnani e Furio Scarpelli a Bernardo Bertolucci e Giuliano Montaldo, Giuseppe Tornatore e Carlo Verdone. Saranno, inoltre, proiettati i due documentari vincitori dei maggiori premi del cinema italiano di quest’anno: Anija – La nave di Roland Sejko e Terramatta di Costanza Quatriglio.

Ciliegina sulla torta di questa edizione sono le due mostre fotografiche, HOLLYWOOD–ROMA e PORTRAITS, che, attraverso due prospettive diverse − una sui luoghi, al’trla sui volti − mettono in luce il medesimo obiettivo: la grande bellezza del nostro Paese.

Infine, il 23 novembre, all’Aero Theathe di Santa Monica, il pubblico americano potrà godersi l’edizione restaurata de La dolce vita e vedere, in anteprima americana, la pellicola che Scola ha dedicato all’amico Fellini: Che strano chiamarsi Federico.

Flaminia Chizzola

 

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply