Curiosity: le migliori puntate in Blu-Ray

Recensione dell’edizione Home Video dedicate al programma scientifico di Discovery Channel che racchiude il meglio della prima stagione di Curiosity.

Quali sono le più grandi domande che affliggono la mente umana?
Ce ne sono tante, tantissime, ma a molte di esse cercano di rispondere i documentari.

Come quelli di Discovery Channel, il canale Italiano che trasmette l’operato dell’azienda americana, e che ha nel programma Curiosity uno dei punti forti in ambito scientifico.
La prima stagione di questi documentari lunghi ognuno 44 minuti circa è composta in originale da 16 episodi.

In originale, perché alcuni nel nostro Paese, mentre altri non sono stati raccolti nell’edizione Home Video Blu-Ray rilasciata dalla Koch Media, limitandosi ai migliori otto.

Si parte infatti con Stephen Hawking, uno dei più grandi scienziati viventi, che ci spiega il suo personale giudizio sull’universo, citando Aristarco e Galileo Galilei, e i suoi motivi per cui è arrivato a ritenere che non esiste alcun Dio, né sulla Terra e neanche in tutto l’Universo.

Degli altri episodi di cui non vi diciamo altro per non rovinarvi alcuna sorpresa, se non essere compiaciuti del fatto che la voce in sovraimpressione degli episodi con protagonisti Samuel L. Jackson e Robin Williams, “L’apocalisse è vicina” e “Gli effetti della droga”, è quella dei loro doppiatori storici, cioè Paolo Buglioni e Carlo Valli.

Questo è l’elenco degli altri episodi:

“Gli alieni sono tra noi?”
Con Michelle Rodriguez

 “Esiste un altro universo?”
Con Morgan Freeman

 “Il male esiste?”
Con Eli Roth

 “Il mondo è infetto?”
Con Mike Rowe

 “L’origine della vita?”
Con Courteney Cox

Non tutti sono uguali, e non stiamo parlando solo dei protagonisti. Alcuni sono stati predisposti per l’HD, altri ricordano più le vecchie VHS, come nel caso dell’episodio di Rodriguez, ma questo non fa che evidenziare ancor di più l’autenticità e, almeno per i più appassionati, la romanticheria nei confronti delle riprese di un tempo non troppo lontano.

In attesa della seconda stagione, avete 352’ di pura informazione da vedere e rivedere.

Valerio Brandi

 

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply