David di Donatello 2016: i vincitori

Lunedì 18 aprile si è svolta la 60/a edizione degli “Oscar” italiani.

Si è svolta lunedì 18 aprile la 60/a edizione dei David di Donatello, la più importante cerimonia italiana dedicata al cinema. Una cerimonia che ha esaltato il cinema italiano nella sua totalità.
Film davvero interessanti e competitivi quelli offerti quest’anno dal cinema italiano, che può dire di registrare un periodo davvero positivo per quanto riguarda la produzione.
Nuova ed interessante la formula di Sky, che per la prima volta ha curato la diretta degli “Oscar” italiani.

Ma, vediamo quali sono stati i vincitori della 60/a edizione dei David di Donatello.

MIGLIOR FILM Perfetti sconosciuti prodotto da Medusa Film per la regia di Paolo Genovese
MIGLIORE REGISTA Matteo Garrone per Il racconto dei racconti – Tale of Tales
MIGLIORE REGISTA ESORDIENTE Gabriele Mainetti per Lo chiamavano Jeeg Robot
MIGLIORE SCENEGGIATURA Per Perfetti sconosciuti a Filippo Bologna, Paolo Costella, Paolo Genovese, Paola Mammini, Rolando Ravello
MIGLIORE PRODUTTORE Lo chiamavano Jeeg Robot di Gabriele Mainetti per Goon Films, Rai Cinema
MIGLIORE ATTRICE PROTAGONISTA Lo chiamavano Jeeg Robot – Ilenia Pastorelli
MIGLIORE ATTORE PROTAGONISTA Lo chiamavano Jeeg Robot – Claudio Santamaria
MIGLIORE ATTRICE NON PROTAGONISTA Lo chiamavano Jeeg Robot – Antonia Truppo
MIGLIORE ATTORE NON PROTAGONISTA Lo chiamavano Jeeg Robot – Luca Marinelli
MIGLIORE AUTORE DELLA FOTOGRAFIA Il racconto dei racconti – Tale of Tales – Peter Suschitzky
MIGLIORE MUSICISTA Youth – La giovinezza – David Lang
MIGLIORE CANZONE ORIGINALE Youth – La giovinezza – “Simple song #3” musica e testi di David Lang interpretata da Sumi Jo
MIGLIORE SCENOGRAFO Il racconto dei racconti – Tale of Tales – Dimitri Capuani, Alessia Anfuso
MIGLIORE COSTUMISTA Il racconto dei racconti – Tale of Tales – Massimo Cantini Parrini
MIGLIORE TRUCCATORE Il racconto dei racconti – Tale of Tales – Gino Tamagnini, Valter Casotto, Luigi D’Andrea, Leonardo Cruciano
MIGLIORE ACCONCIATORE Il racconto dei racconti – Tale of Tales – Francesco Pegoretti
MIGLIORE MONTATORE Lo chiamavano Jeeg Robot – Andrea Maguolo con la collaborazione di Federico Conforti
MIGLIOR FONICO DI PRESA DIRETTA Non essere cattivo – Angelo Bonanni
MIGLIORI EFFETTI DIGITALI Il racconto dei racconti – Tale of Tales – Makinarium
MIGLIOR DOCUMENTARIO DI LUNGOMETRAGGIO S is for Stanley di Alex Infascelli
MIGLIOR FILM DELL’UNIONE EUROPEA Il figlio di Saul di Laszlo Nemes (Teodora Film)
MIGLIOR FILM STRANIERO Il ponte delle spie di Steven Spielberg (20th century fox)
MIGLIOR CORTOMETRAGGIO Bellissima di Alessandro Capitani
DAVID GIOVANI La corrispondenza di Giuseppe Tornatore

Rita Russo

 

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply