Edoardo Leo racconta il precariato italiano

Che vuoi che sia, una brillante commedia italiana che racconta la crisi in modo originale e non convenzionale.

Claudio e Anna sono dei trentenni laureati che, come tutti i giovani di oggi, affrontano la crisi economica e lavorativa. Lui ripara computer mentre lei insegna matematica alle superiori. Lei vuole un figlio mentre lui fa di tutto per sviare alla problematica. In mezzo c’è Franco lo zio di Anna che vive in casa con la coppia, dopo una “pausa” dalla sua vita matrimoniale.

“Quando sogni sei innocente” diceva Tom Waits in uno dei suoi brani più belli, ma Claudio e Anna non lo sono affatto, vedono una scorciatoia e la vogliono prendere: quella scorciatoia è nel web, più precisamente il porno. Edoardo Leo scrive e dirige questa commedia sul precariato italiano, ma non realizza il solito film banale, apatico e piatto a cui il nostro “cinema” ci ha purtroppo abituato. Mette sullo schermo il suo faccione simpatico, sempre espressivo, lo affianca a quello della raggiante Anna Foglietta ed insieme portano avanti i loro amabili personaggi che sono stanchi di aspettare e sognano. Claudio non è Pietro Zinni di “Smetto quando voglio”, è un cervellone come lui ma sono completamente diversi e già solo per questo Leo sarebbe da applaudire. Si sveste di un personaggio, ne raccoglie alcuni resti per poi inglobarli con i pezzi che ne compongono uno nuovo. È un bravissimo sceneggiatore ed un ottimo narratore, manca dell’occhio attento che un bravo regista dovrebbe avere per non cadere in un impianto visivo che sia cosi incoerente con il resto della storia, tra colori freddi ed immagini eccessivamente sovraesposte. Ma, al di là di questo, Che vuoi che sia ci si diverte anche in maniera non convenzionale, non c’è scampo per nessuno nella trappola della rete ed è bello che a dirlo non ci sia un grande come Mann con Chris Hemsworth, ma un comune mortale che ci parla sempre in maniera sincera.

Peccato per Papaleo che offre una delle sue migliori interpretazioni al servizio di un personaggio che dopo un po’ diventa ripetitivo.

Che vuoi che sia è al cinema da mercoledì 9 novembre 2016.

Alessandro Bertoncini

 

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply