Il DoppiAttore: la voce oltre il buio e i Simpson

Recensione della serata teatrale dello scorso 13 marzo, dove il doppiatore Angelo Maggi, insieme ad altri grandi ospiti, ha reso omaggio al suo mondo lavorativo.

Il DoppiAttore. La voce oltre il buio.
Anzi no.
Una voce nel buio.

La voce di Tom Hanks in Cast Away rimbomba talmente forte al Teatro Belli di Roma, che sembra che l’attore sia presente lì vicino a te. E in un certo senso è così.
Perché Angelo Maggi, il suo doppiatore storico, ha deciso di cominciare così la serata, lo scorso 13 marzo, giorno del sesto spettacolo del DoppiAttore.
Un’emozione incredibile, vera, per ogni spettatore in sala.

Il doppiaggio fa ormai parte della nostra vita fin da quando ognuno di noi ha scoperto la televisione, e lo vediamo così spesso che ormai può sembrarci una cosa da niente, ma in verità non è così.
È un lavoro duro ed elaborato, eseguito da veri professionisti.
Come è appunto Angelo Maggi, che insieme alla giovane Vanina Marini lo racconta in questo suo spettacolo di quasi due ore, ricco e variegato, che verrà sicuramente apprezzato da ogni amante del cinema.

Ma prima che possiate prendere appunti sul mestiere, si parte con la storia del doppiaggio, che nasce nel 1927, e viene mostrato uno spezzone del miglior film che forse ancor oggi rende la vera giustizia a questo mestiere, cioè “Cantando sotto la pioggia”, con il trio delle meraviglie Debbie Reynolds, Gene Kelly e Donald O’Connor.
Una storia che continua con tutte le migliori voci del nostro cinema, e dopo i video arrivano gli aneddoti raccontati dallo stesso Angelo Maggi (che potete in parte leggere in questa intervista).

Per le nuove generazioni il presentatore è Iron Man, dato che ha doppiato Robert Downey Jr. in tutti i suoi film Marvel. E per omaggiare questo suo lavoro entrano in scena gli effetti speciali, con perfino J.A.R.V.I.S. protagonista.

Il doppiatore è anche la storica e attuale voce del commissario Winchester ne I Simpson, e proprio la serata di domenica è stata dedicata alla serie animata più amata di sempre.

Oltre a lui sono stati presenti altri 4 doppiatori della serie, e niente di meno che Ned Flanders (Francesco Prando), Bart Simpson (Ilaria Stagni), Marvin Monroe (Pino Ammendola) e Krusty il clown (Fabrizio Mazzotta), mentre Homer (Massimo Lopez) e Lisa Simpson (Monica Ward) hanno salutato il pubblico tramite video. Insieme a loro c’era anche Alberto Pagnotta, uno dei migliori imitatori italiani che ha sfiorato l’eredità di Tonino Accolla in sala di doppiaggio, e che sul palco ha reso omaggio a quest’ultimo e a Mario Milita rifacendo due pezzi storici di Homer e Nonno Simpson.

Lo spettacolo continua, fino al 20 marzo, al Teatro Belli. M,a fate in fretta, perché oltre ai pochi giorni che mancano, lo show registra spesso il SOLD OUT.

Ed è normale, chi ama il cinema non può limitarsi ai sottotitoli (nelle versioni originali), noi italiani abbiamo avuto e continuiamo ad avere i migliori doppiatori al mondo, lodati ed apprezzati dagli stessi attori internazionali, e serate come questa non fanno altro che confermare la bellezza di questo mestiere.

Valerio Brandi

(foto a cura di Maurizio Pittiglio)

 

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply