Il suono del network di Radio Kosma visto da Sonja Blagojevic

Kosma, film documentario, opera seconda di Sonja Blagojevic

C’è qualcosa che riesce a scavalcare ciò che per l’uomo è invalicabile, attraverso i muri delle case deserte, passando per le campagne abbandonate della ex- Jugoslavia. E’ il suono del network di Radio Kosma, l’unico network  di reti  di connessione per le isolatissime comunità Serbe residenti in Kosovo. Suoni di guerra ed apocalisse, elicotteri che volano, paura,le proteste e gli attacchi, tutte emozioni che radio Kosma trasmette attraverso il semplice affaccendarsi delle esistenze umane. Il network Kosma è composta da più stazioni Radio.

kosmaNella regione di  Metohia splende il villaggio di Gorazdeva, nel cui centro, è ubicata Radio Gorazdevac, una delle più popolari stazioni radio,il cui direttore Darko Dimitrijevic ha vinto il premio Milan Pantic per il coraggio nel reporting. La seconda radio, è radio Kim dal Kosovo centrale. Si trova a pochi kilometri da Gracanica, nella cittadina di Caglavica. Qui un gruppo di giornalisti ha creato un originale programma radio, basato sul ricreare gli elementi della città che mancano, cercando di simulare il feeling urbano,attraverso i temi e la musica. Un’altra radio è chiamata Klokot,al centro dell’omonima cittadina. Sulla strada che divide la comunità Albanese da quella Serba. Il proprietario di questa radio, ha visto nella fondazione della sua stazione il proprio sogno infantile e giovanile realizzarsi. L’ultima radio + Kontact Plus, l’unicainserita all’nterno di uncentro urbano. Il ponte della città rappresenta la suddivisione di questa  fra Albanesi e Serbi. Nel complesso, Kosma è un documentario avvincente e quasi poetico, che ci permette di sbirciare nei drammi etnici, nelle guerre ma anche nello splendore della ormai fu Jugoslavia.

Dario Fuoco

 

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply