Matthew McConaughey space cowboy in Interstellar

Il regista della trilogia de Il Cavaliere Oscuro si cimenta con la space opera firmando la sua personale odissea nello spazio

Chi se non Chris Nolan poteva conciliare una battaglia per il grano con le astronavi spaziali? Il regista di “Inception” confeziona uno sci-fi ambizioso su cui sono riposte parecchie aspettative. Nolan parte dalla battaglia per il grano che tanto fa rimembrare le lotte rivoluzionarie del 1848 e la politica dell’Italia fascista. La questione però è nettamente differente: Interstellar è un monito all’umanità e alla speculazione industriale. “Ecco come finiremo se non cambiamo da adesso il modo di pensare e di agire, di dare retta solo alla logica del profitto”. Questo in sintesi il messaggio social che Chris Nolan intende trasmettere con Interstellar. “L’uomo è nato sulla Terra ma non è destinato a rimanervi per sempre”. Il leitmotiv del film prospetta un futuro prossimo venturo dalle tinte così pessimistiche che in confronto Leopardi e Nietzsche sembrano degli animatori della Valtur.

Matthew prezzemolino. Aria irrespirabile, agricoltura impraticabile, materie prime esaurite. L’umanità è al collasso, sull’orlo dell’estinzione, così come era toccato ai dinosauri. Un gruppo di scienziati mette appunto una tecnologia sofisticatissima in grado di sfruttare i “wormhole”, che permettono di trasformare gli anni luce in giorni. Lo scopo è trovare nuovi pianeti da sfruttare e abitare. Chiamato al dovere patriottico è l’uomo del momento, Matthew McConaughey, reduce dall’Oscar per Dallas Buyers Club e dalla serie tv True Detective. Sarà lui a pilotare la navicella spaziale in una folle corsa contro il tempo, coadiuvato dall’ex Catwoman, Anne Hathaway, e dalla rossa (fiammante) Jessica Chastain in quello che si preannuncia come la sfida più ambiziosa della carriera di Chris Nolan, tra omaggi alla space opera “2001 – Odissea Nello Spazio”, riflessioni esistenziali e il sogno d’infanzia del regista finalmente realizzato: giocare a fare gli astronauti.

In uscita nelle sale italiane giovedì 6 novembre.

Emanuele Zambon

 

You must be logged in to post a comment Login