Ozu Film Festival 2013 torna con mostre, installazioni, dibattiti e molto altro!

cinefarm

-Dal 15 al 24 Novembre 2013-

Venerdì 15 Novembre sì è aperta ufficialmente la XXI edizione dell’Ozu Film Festival, kermesse internazionale di cortometraggi che si chiuderà domenica 24 novembre e che vede coinvolti sette comuni dell’Emilia Romagna: Sassuolo, Casalgrande, Castellarano, Fiorano Modenese, Formigine, Maranello e Scandiano.
Il Festival, nato nel 1993 grazie al Circolo Culturale Farhenheit 451 e ancor prima grazie a un gruppo di cinefili guidati da Leo Smiraglio, si è imposto come un importante appuntamento in ambito cinematografico e culturale, non solo a livello locale, ma anche nazionale e internazionale. Il Comitato di Selezione del Festival ha dovuto visionare, in otto mesi, oltre 3mila film provenienti da tutto il mondo. La novità di quest’anno sono l’aggiunta di due nuove sezioni, oltre a quelle competitive ricorrenti. Una di queste è dedicata ai cortometraggi fino a 40 minuti, “Ozu Tatami Shot”, tributo all’inquadratura marchio di fabbrica di Yasujiro Ozu e l’ aggiunta di altri due premi collaterali. Il primo è Premio Work, un concorso internazionale per i cortometraggi di argomento lavorativo, consegnato dai membri del Scuola Internazionale di Dottorato in Relazioni dei Lavoro – Short on Work. Il secondo è QueerManeki, il nuovissimo premio consegnato dall’Associazione Matthew Shepard – Arcigay Modena dato al miglior film LGBT scelto tra quelli di tutte le sezioni dell’Ozu Film Festival.
Il Presidente di Giuria di Ozu XXI è il regista Guido Chiesa (Il partigiano Johnny ; Lavorare con lentezza), affiancato da Yasemin Yilmaz  (una artista concettuale internazionale), Roger Wilson (condutture radiofonico e critico cinematografico), Daniela Persico (regista e critico cinematografico) e Alessandro Mezzani (fotografo).
Ad aprire l’edizione 2013 dell’Ozu Film Festival è stato il capostipite dei milionari “cinepanettoni: “Vacanze di Natale”. Ospiti per l’occasione lo sceneggiatore Enrico Vanzina e il protagonista Jerry Calà. Con loro, per ricordare il trentennale dell’uscita in sala del film, Alan O’Leary, autore del libro “Fenomenologia del ‘Cinepanettone’ ”. Un modo per coniugare cinema intellettuale e cinema popolare?!

 

Tutte le proiezioni sono a ingresso gratuito.

 

Per il programma completo si consulti il sito ufficiale www.ozufilmfestival.com

 

Gemma Buonanno

 

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply