Torna a Bologna il “paradiso dei cinefili”

I grandi Maestri della Settima Arte e la versione restaurata di alcuni capolavori del cinema nella 29esima edizione della rassegna Il Cinema Ritrovato.

È in corso fino al 4 Luglio la 29esima edizione della rassegna Il Cinema Ritrovato. Piazza Maggiore e Piazzetta Pier Paolo Pasolini a Bologna si trasformano in un grande cinematografo dove rivivere sotto le stelle la storia del cinema, attraverso i capolavori restaurati dalla Cineteca di Bologna. Durante il giorno le proiezioni si spostano nelle otto sale bolognesi.
Classici, documentari, cortometraggi: 427 pellicole in 8 giorni di programmazione. Tra le proiezioni in calendario, le versioni restaurate di alcuni capolavori del cinema, tra cui: Rocco e i suoi fratelli di Luchino Visconti e Ascensore per il patibolo, noir del 1957 di Louis Malle. In programma anche un cortometraggio inedito di Truffaut e per la prima volta sullo schermo il documentario di Aki Kaurismaki. E ancora, film in Technicolor di Hitchcock, Tourneur, Anthony Mann, oltre alla versione in 3D de Il Mago di Oz.

Orson Welles, Stanley Kubrick, Luchino Visconti, Alfred Hitchcock Charlie Chaplin, Martin Scorsese e Roberto Rossellini, sono alcuni dei nomi che illumineranno la 29esima edizione della manifestazione, con un programma adatto per tutti i gusti: dal muto di fine Ottocento, ai grandi titoli degli anni ’10, per arrivare a La sottile linea rossa di Terence Malick.

Definito il “paradiso dei cinefili” per la grande quantità e qualità di pellicole restaurate, alcune inedite, protagoniste della kermesse, e un comitato scientifico di tutto rispetto che vede tra i suoi membri: Alexander Payne, Martin ScorseseThelma Schoonmaker  e il premio Oscar Kevin Brownlow.

Davanti agli occhi di migliaia di persone scorre la storia dei cinema. Un calendario ricco di proiezioni ed eventi speciali, tra cui l’omaggio a Von Baghn con Olavi Virta, documentario sul re del tango finlandese,  il 29 giugno, e la proiezione di Malick, il 30 giugno; Casablanca di Curtiz, introdotto da Isabella Rossellini, il 1 luglio; il 2 luglio, il restauro de La Palla n.13 e One Week di Buster Keaton, con l’accompagnamento musicale dell’orchestra dal vivo. Nel centenario dalla loro nascita, omaggio a Ingrid Bergman, con gli esordi svedesi e tedeschi degli anni Trenta e le riprese dell’attrice con il suo Super8 delle prime marce naziste e dei cartelli antiebraici appesi fuori dai negozi, e Buster Keaton, ricordato con la proiezione di One Week. La rassegna prosegue con la poco conosciuta Nouvelle Vague iraniana degli anni Sessanta, alcuni filmati inediti di una troupe inglese entrata nel campo di concentramento di Bergen Balsen nel 1945, le donne registe della Bluebird tra il 1916 e il 1919, due retrospettive su Renato Castellani e Leo McCarey, e i progetti più classici di Charlie Chaplin.

Serata anche in memoria del genocidio armeno, con accompagnamento al pianoforte di Daniele Furlati, e la proiezione di immagini che vanno dal 1919 al 1923.

Chiusura in bellezza con la dedica ai 120 anni di memoria della Settima Arte. Appuntamento il 4 luglio al Teatro Comunale con Rapsodia Satanica, del 1917, diretto da Nino Oxilia, accompagnato da musiche eseguite dal vivo a cura dell’Orchestra del Teatro. A seguire un altro imperdibile evento: in Piazza Maggiore, la proiezione dell’unica copia in 70mm di 2001 Odissea nello spazio, capolavoro del 1968 del visionario regista Stanley Kubrick, con l’intervallo in nero proiettato sullo schermo e l’accompagnamento di Zarathustra di Strauss.

Per maggiori informazioni: www.cinemaritrovato.it

Nicoletta Chiorri

 

You must be logged in to post a comment Login